HOME / MODALITA' DIAGNOSTICHE - ESAMI / ECOGRAFIA CON MEZZO DI CONTRASTO / Cos'è l'Ecografia con mezzo di contrasto

Cos'è l'Ecografia con mezzo di contrasto

L’ecografia con mezzo di contrasto (conosciuta anche come CEUS – acronimo di Contrast-Enhanced Ultrasound) è un tipo particolare di ecografia che consente di studiare la vascolarizzazione dei tessuti. Richiede l’iniezione endovenosa di una sostanza (eco-contrasto) che miscelandosi con il sangue ne aumenta l’ecogenicità permettendone la visualizzazione del flusso anche a livello del microcircolo.
E’ prevalentemente utilizzata per studiare il circolo vascolare dei noduli del fegato, del rene e del pancreas al fine di verificarne la natura benigna o maligna: ha un’accuratezza del 90% e rappresenta una valida alternativa alla TC o alla RM.
Ha anche altre applicazioni, meno diffuse ma non per questo meno importanti, nelle quali offre informazioni di elevato contenuto diagnostico.
Premessa dell’ecografia con mezzo di contrasto è che i vari tessuti e i diversi tipi di noduli presentano una specifica dinamica del transito dei globuli rossi, correlata alle caratteristiche del circolo capillare o al consumo di ossigeno. Ad esempio molti tumori maligni, diversamente dai noduli benigni, sono caratterizzati da neogenesi vascolare e da microfistole artero-venose che determinano una rapida impregnazione del mezzo di contrasto nella fase arteriosa e un’altrettanto rapida dismissione nella fase venosa.
La possibilità di seguire in tempo reale con l’ecografia il transito delle microbolle consente una precisa valutazione qualitativa e quantitativa della dinamica contrastografica, permettendo la caratterizzazione tessutale.